Ente Rovigo Festival

Our mission

Promuovere, produrre, coordinare  attività di spettacolo, gestire spazi teatrali per favorire la crescita culturale del territorio polesano, è la mission di Ente Rovigo Festival.

Ente Rovigo Festival nasce il 26 settembre 1996  dall’esigenza di unire esperienze e competenze in vari settori artistici e organizzativi per offrire, grazie alla presenza di una struttura tecnico-organizzativa permanente, un adeguato livello di professionalità.

Accanto all’attività progettuale e organizzativa degli eventi, Ente Rovigo Festival presenta una comprovata esperienza nell’ambito formativo, nella gestione di spazi rivolti alla fruizione del pubblico e offre un servizio di consulenza e assistenza amministrativa  ai giovani gruppi musicali emergenti presenti sul territorio provinciale.

 

Ente Rovigo Festival progetta, promuove e gestisce:

 

Deltablues

Nato nel 1988 il Festival Deltablues è il più longevo festival estivo della provincia di Rovigo,  uno degli appuntamenti più importanti nel panorama nazionale della musica blues e jazz.

Nel corso delle trentadue edizioni il Festival ha ospitato oltre 600 concerti dal vivo offrendo al pubblico italiano la possibilità di assistere alle performance dei più grandi musicisti internazionali blues.

Negli anni Deltablues ha ospitato autentici miti della musica blues quali: Jimmy Rogers, Albert King, Albert Collins, Luther Allison e Screamin’ Jay Hawkins, Bo Didley, Carey Bell, David Honeyboy Edwards, R. L. Burnside , James Cotton, John Mayall, Robben Ford, Ike Turner, Taj Mahal, John Hammond, Scott Henderson, Lurrie Bell, per citarne alcuni.

Fin dalle prime edizioni accanto agli acclamati artisti internazionali non sono mancate le presenze dei maggiori bluesman italiani, da Fabio Treves, Tolo Marton, Rudy Rotta, Fabrizio Poggi a Ida Cuper, Linda Valori etc…

Promuovere i numerosi giovani musicisti italiani è uno degli obiettivi del festival che dal  2009 organizza  la selezione italiana IBC per partecipare al concorso internazionale per musicisti blues, l’International Blues Challenge che annualmente si svolge a Memphis – USA e vede la presenza dei giovani bluesman emergenti da tutto il mondo.

Dal 2011 il festival ha iniziato un percorso di valorizzazione del territorio polesano ed in particolare del Delta del Po proponendosi  oltre che evento artistico e culturale, come  veicolo di promozione turistica. Il percorso pensato e progettato in partnership con la Fondazione della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, il Parco Regionale del Delta del Po Veneto, la Provincia di Rovigo è nel segno della sostenibilità ambientale e sociale, della valorizzazione del territorio, grazie anche al coinvolgimento di molti Comuni della provincia di Rovigo: Rovigo, Adria, Rosolina, Lendinara, Porto Viro, Porto Tolle, Occhiobello, Taglio di Po, Loreo, Badia Polesine.

Con 20 spettacoli ed un’affluenza stimata di oltre 10.000 presenze, Deltablues si conferma fra le manifestazione più seguite della provincia di Rovigo ed in grado di attrarre pubblico da tutta Italia.

Tra Ville e Giardini

Tra Ville e Giardini nasce nel 2000, il filo conduttore che caratterizza la rassegna è la creazione di un percorso artistico fra le diverse arti dello spettacolo dal vivo, pensato per condurre lo spettatore a visitare siti noti e meno noti della nostra terra.

Un itinerario di musica, teatro e arti performative,  nelle ville e nelle corti del Polesine, promosso dalla Provincia di Rovigo, organizzato e ideato dall’Ente Rovigo Festival realizzato con il contributo della Regione Veneto, della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e il sostegno dei Comuni del Polesine.

Tra ville e giardini è una rassegna pensata per creare un connubio tra spettacoli di qualità e luoghi testimonianza della nostra storia, arte ed identità, per promuovere e valorizzazione siti di particolare interesse storico, architettonico e naturalistico, avvicinando nel contempo lo spettatore all’arte dello spettacolo.

Ente Rovigo Festival ne cura ininterrottamente dalla nascita la direzione artistica e tutti gli aspetti organizzativi. I luoghi,interessati dalla manifestazione, si trasformano di volta in volta in inconsueti spazi teatrali e di spettacolo e offrono al pubblico un diverso modo di vedere le architetture che si animano di nuove immagini ed emozioni.

In diciannove edizioni accanto ad artisti  di fama internazionale la rassegna inoltre ha promosso molti giovani emergenti, di seguito ricordiamo: Sara Tavares, Danilo Rea, Giuseppe Cederna, gli Avion Travel, Simphiwe Dana, Gianmaria Testa con Erri De Luca, Hurricane, Cristina Zavalloni, Alessandro Bergonzoni, Le Faraualla, Ascanio Celestini, The American Chamber Orchestra, il coro e balletto dell’Armata Russa, Roberto Corona, Antonella Ruggero, Ben Hallison, il Quartetto di Cremona, David Riondino, Le Sorelle Marinetti, La Banda Di Piazza Caricamento, Omar Sosa, Massimo Carlotto, Patrizia Laquidara, Gino Paoli, Flavio Boltro, Rosario Bonaccorso e Roberto Gatto, Shel Shapiro, Davide Van de Sfroos, gli Arkè String Quartet, Dave Douglas, Luisa Cottifogli, Tania Maria, Carla Bley, Bruno Canino con Quartetto Elisa, un’esordiente Malika Ayane, Eugenio Finardi, il Quintetto Bislacco, Renato Borghetti, Enzo Decaro, Suzanne Vega, Gian Antonio Stella, Gualtiero Bertelli, Cesare Picco, the Commitments, gli Oblivion, gli Yellowjackets, Giorgio Comaschi, Flaco Biondini, un esordiente Simone Cristicchi, Mafalda Arnauth, una esordiente Nina Zilli, Alberto Fortis, Tiziana Ghiglioni, Anna Tifu, Susana Baca, Ennio Fantastichini, Boban i Marko Markovic Orkestar, Tia Holt, Eddie Gomez, Salvatore Bonafede, Joe la Barbera, Niccolò Fabi, New Quartet, Pacifico, gli Spyro Gyra, i New York Voices, Saba, Mauro Ermanno Giovanardi, Radiodervish, Youn Sun Nah, Barbara Casini, Monica Demuru, Emanuela Grimalda, Paola Minaccioni, una giovanissima Arisa, Morgan, Paolo Nani, Roberto Citran, Peppe Servillo, Fanfara Tirana, gli Area, Scott Henderson And Tribal Tech, Pilar, Soqquadro Italiano, Jaques e Paula Morelenbaum, Tigran, Ron, Almamegretta, Carlo Mazzacurati, Licia Maglietta, Giovanni Baglioni, Moni Ovadia, Tonino Horta e Antonio Onorato, Cristina Branco, Tingvall Trio, Los Hermanos Macana, Mauro Ottolini, Paola Turci, Levante, Renzo Rubino, Tonino Carotone, Iaia Forte, Avishai Cohen, Diodato, Giancarlo Onorato, Cristiano Godano, Stefano Benni, Marta Cuscunà, i Perturbazione, Tuck & Patti, Maria Pia De Vito, Paolo Jannacci, James Senese, Mario Venuti, Sarah McKenzie, Canzoniere Grecanico Salentino, Patrizio Fariselli, Fabio Concato, The Manhattan Transfer, Marina Rei, Vito, Peter Erskine, Diane Schuur, gli Skiantos, Omar Pedrini, i Cluster, Dente, Giuliano Palma, Bungaro, Max Paiella, Maldestro, Tosca, Giulio Casale, Noa e Gil Dor, Toquinho, Ennio Marchetto, Massimo Bubola, Banda Osiris, Neri per Caso, Simona Molinari, per citarne solo alcuni.